Lo sviluppo del turismo

Standard

“Cosa studi?”

“Sviluppo interculturale dei sistemi turistici”.

“Bello! E cosa puoi fare quando hai finito?”

…e solitamente qui, nel tentativo di spiegare la varietà di professioni che potrei fare senza però banalizzare il tutto, inizia il mio monologo su quanto il mondo del turismo sia complicato. Sì, complicato, perché innanzitutto non è un settore a sé: è composto da più servizi, tutti diversi tra loro ma ugualmente fondamentali al buon funzionamento dell’intero sistema. Ricettività, ristorazione, trasporti, attrattive sono solo alcuni dei settori che fanno muovere la grande macchina del turismo. Sono tantissimi anche i servizi che non c’entrano, all’apparenza, con il turismo, ma che sono estremamente necessari ai turisti: pensiamo, ad esempio, ai supermercati ed ai vari negozi.

Di conseguenza, è difficile stilare una lista delle professioni prettamente turistiche, poiché in ognuno di questi campi la varietà di lavori è pressoché infinita. Certo, in ogni professione vi è un grado di specializzazione differente, perciò esistono le professioni turistiche specifiche quali guida turistica, accompagnatore turistico o animatore turistico, ma anche chi lavora come receptionist o cameriere ha quotidianamente a che fare con i turisti. Per diverse professioni, poi, la laurea magistrale non è sufficiente, poiché esistono specifici esami di abilitazione (ad esempio, per svolgere la professione di guida turistica, accompagnatore turistico o direttore di agenzia di viaggio possono esistere appositi esami a seconda della Regione in cui si opera) emanati dalle singole Regioni. Il turismo è infatti per legge “materia regionale”, ossia è definito nello specifico dalle varie Regioni, anche se sottostà alle leggi dello Stato per quanto riguarda le regole per così dire generali.

Per questo è un mondo complicato, formato da una miriade di servizi e da altrettanti addetti. Il mio corso di laurea magistrale, negli obiettivi formativi, si propone di “fornire conoscenze interdisciplinari e strumenti utili per rispondere alle richieste del mercato del turismo. L’obiettivo è quello di formare esperti nello sviluppo e nella promozione interculturale di sistemi e mercati turistici, con preparazione multidisciplinare utile a sostenere la crescita e la competitività delle destinazioni.” I profili professionali che il corso forma possono trovare “impiego in aziende, organizzazioni turistiche, pubbliche amministrazioni, consorzi, società di consulenza che operano nel turismo, soprattutto nell’ambito della progettazione di pacchetti turistici incoming e outgoing, dell’organizzazione di eventi culturali, congressuali ed espositivi, della gestione dei servizi di accoglienza nei beni culturali ed ambientali, dello sviluppo e promozione dei sistemi locali.”

uno sguardo sul mondo

È proprio questo ciò che mi piace del mio corso di laurea e, più in generale, del campo turistico: le tante possibilità di carriera, le numerose porte aperte sul mondo del lavoro e la flessibilità di un mondo in continua evoluzione, poiché oggi le persone si muovono e viaggiano sempre più, allargando i loro orizzonti.

Perché il mondo va ben oltre la porta di casa.

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

»

  1. Complimenti per il bellissimo post Chiara! 🙂 immagino che frequenti Cà Foscari giusto? Io mi laureo a novembre in Lingue a venezia e volevo continuare con questa magistrale..la consigli tu?:)

    Mi piace

    • Ciao Federica!
      Grazie per la tua opinione 🙂 io sto frequentando la Ca’ Foscari, e questa laurea magistrale mi è piaciuta fin dall’inizio! Ci sono molti corsi interessanti, i professori sono disponibili ed il carico di lavoro è adeguato… insomma, io te la consiglio! Se poi ti servissero altre informazioni io sono disponibile: contattami via mail o attraverso il social network che preferisci, trovi tutti i miei contatti nella sezione “About me”.
      In bocca al lupo per la laurea e per le tue scelte! 😉

      Mi piace

  2. Pingback: Bergamo, una piacevole scoperta | Viaggiando s'impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...