La lunga tradizione del Carnevale veronese

Standard

Anche a Verona è tempo di Carnevale: l’antico Carnevale di Verona è chiamato tradizionalmente “Bacanàl del Gnoco”, e prevede un ricco programma in attesa del “Venerdì Gnocolar” con il celebre “Papà del Gnoco” e la grande sfilata dei carri allegorici.

papà del gnoco, carnevale di veronaIl Carnevale veronese ha origini antiche: è, infatti, uno dei primi carnevali europei. La sua storia è davvero curiosa: si ritorna al 1531, quando la popolazione, stremata dalla fame, insorse contro i fornai; la rivolta fu scongiurata grazie all’intervento di alcuni uomini benestanti, che distribuirono viveri al popolo. Tra essi vi era Tomaso Vico, un medico che lasciò nel suo testamento l’obbligo di distribuire annualmente, durante l’ultimo venerdì di Carnevale, viveri ed alimenti alla popolazione del quartiere di San Zeno. Tradizionalmente è considerato il padre del Carnevale Veronese, ed ancora oggi si può vedere a San Zeno il monumento eretto in suo onore.

Col passare del tempo, il Carnevale di Verona si è allargato ad ogni quartiere della città. Ognuno di essi possiede la propria maschera, inventata o ispirata ad un personaggio storico o ad un mestiere. La maschera più importante e più antica del carnevale di Verona è però il “Papà del Gnoco”, il quale viene eletto ogni anno dopo una vera campagna elettorale. È un vecchio barbuto vestito con un abito bianco e rosso che impugna un forchettone sul quale è infilzato un enorme gnocco. Il venerdì grasso il Papà del Gnoco guida la grande distribuzione di gnocchi alla popolazione, e la sua festa coincide con la più grande manifestazione del Carnevale, ossia la sfilata dei carri attraverso la città.

Sul sito del Carnevale veronese e sulla pagina di “Città di Verona” si possono trovare tutti gli appuntamenti per non perdersi nessuna festa e non mancare alle sfilate di carri allegorici del Carnevale in tutta la provincia.carnevale verona

 

 

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...