Perché fare l’Erasmus, un’esperienza che ti cambia la vita

Standard

Per alcuni mesi della mia vita ho vissuto all’estero. In un paio di occasioni l’ho fatto grazie al programma Erasmus, che mi ha permesso di studiare e di fare un tirocinio in uno Stato diverso dall’Italia, per imparare qualcosa di nuovo che qui avrei probabilmente acquisito diversamente. È stata un’esperienza così intensa e meravigliosa che la consiglio a tutti! Ed ecco qui 10 buoni motivi per decidere di fare l’Erasmus, un’esperienza che cambia tutto nella vita.

1. Ti fa crescere
Nel bene e nel male, trovarti da solo in un Paese straniero ti farà crescere. Gestire le proprie giornate, destreggiarsi con una nuova lingua, arrangiarsi con le bollette, l’affitto e la spesa in un Paese straniero ti aiuterà a metterti in gioco ed imparerai più in quei mesi che non in tutti gli anni passati, in cui a queste cose per te ci pensava qualcun altro.

2. Impari una nuova lingua
Chi parte sapendo già la lingua locale, chi senza conoscerne una parola, una volta in Erasmus chiunque impara a parlare una nuova lingua straniera. Usarla nel quotidiano, nella vita di tutti i giorni, ti permetterà in pochi mesi di migliorare molto il tuo livello e le tue capacità linguistiche. A dire la verità, poi, apprenderai più di una lingua straniera: ovunque sarai in Erasmus, infatti, conoscerai persone di nazionalità diverse con le quali inevitabilmente assimilerai qualche parola nuova.
Ti renderai conto di aver interiorizzato il nuovo idioma quando, per esprimere un concetto che hai in mente, non trovi le parole giuste in italiano oppure ti scappa qualche parola in un’altra lingua.

lingue straniere erasmus

3. Conosci nuovi amici da tutto il mondo e vivi in una “famiglia globale”
A lezione in università, ai corsi di lingua, alle feste o semplicemente in giro per la città conoscerai tantissimi giovani che, proprio come te, hanno deciso di lanciarsi in questa nuova avventura. Tra chiacchiere, gite e cene multiculturali ti ritroverai a vivere in una piccola “famiglia globale” che ti accompagnerà per tutto il tuo Erasmus (e se sei bravo a mantenere i contatti, anche dopo il rientro!). Inoltre, sarà un’ottima scusa per andare a trovare in futuro i nuovi amici, che ti mostreranno le città in cui vivono ed avranno di certo un divano su cui ospitarti!

4. Entri in contatto con una cultura diversa dalla tua
Durante il tuo periodo Erasmus entrerai a contatto con una cultura nuova, fatta di storia, nuove città, profumi e gusti diversi, piatti tipici locali ed un modo di vivere il tempo diverso dal tuo. La cosa bella è essere capace di uscire dal proprio guscio di abitudini, mettersi alla prova ed adeguarsi alla vita locale. Riuscirci ti renderà molto più flessibile ed adattabile alle nuove situazioni in cui ti imbatterai nella vita.

5. Ti trasforma in un gufo iperattivo
Incredibilmente, nei mesi dell’Erasmus riuscirai a dormire poche ore per notte senza essere mai stanco. Andare a lezione, a fare sport e lunghe passeggiate in città, la spesa, studiare un po’, la cena con la tua nuova “famiglia globale”, la doccia e le feste senza fermarti un attimo… per dormire al ritorno dall’ultimo party e riprendere il giorno dopo con lo stesso ritmo. Fare l’Erasmus ti renderà perfino multitasking, anche se non sei una donna. 😛

6. Vedrai posti meravigliosi in cui vorrai tornare con qualcuno al tuo fianco
Qualsiasi sia lo Stato in cui andrai a fare l’Erasmus, le gite sono assicurate. Con un budget solitamente iper low-cost, visiterai le città nelle vicinanze della tua sede ma farai anche lunghe trasferte. Perché hai appena scoperto che proprio dalla città in cui ti trovi partono ogni giorno tantissimi bus economici per tutta l’Europa, ed un’occasione del genere proprio non si può perdere! Dopo aver visto posti così belli, ti verrà voglia di tornarci con quel qualcuno con cui condividi la passione per i viaggi.

programma erasmus

 

7. Ti dà libertà
Fare l’Erasmus dà un grande senso di libertà. Perché in effetti sei libero: libero di provare nuove esperienze, di vedere posti nuovi, di conoscere altre persone senza alcun condizionamento. È vero, non cambia molto dalla libertà che avevi prima di partire, ma è una sensazione di libertà diversa, perché durante e dopo un’esperienza come quella dell’Erasmus ti sentirai libero dentro. Del resto, sei riuscito a superare ostacoli e momenti difficili ed a vivere autonomamente a centinaia di chilometri da casa!

8. Ti rende audace
Per un periodo vivi all’estero, da solo: già questo ti rende una persona intrepida. Ma soprattutto hai avuto il coraggio, la volontà e la forza di partire, di abbandonare la tua comfort zone per lanciarti in una nuova avventura. Anche all’estero, non avrai più paura a rischiare e ti ritroverai sempre alla ricerca di nuovi stimoli per fare altre esperienze. Al rientro, poi, farai certamente un bilancio della tua esperienza. Che sia andata più o meno positivamente, sarà sicuramente un’esperienza personale che ti servirà nella vita.

9. Ti cambia la vita
Sembra una cosa scontata, ma è la semplice verità. Un’esperienza all’estero come l’Erasmus ti cambia interiormente (anche esteriormente, se ti darai troppo alla baldoria!). Te ne accorgerai pian piano: all’inizio il cambiamento non è percepibile, ma con il passare del tempo lo vedrai. Sei una persona nuova, che è cresciuta, ha fatto nuove esperienze ed ha vissuto veramente.homo erasmus

10. Farai esperienze che ricorderai per sempre
Nei mesi dell’Erasmus farai così tante esperienze nuove che ne perderai il conto. Belle o brutte, tutte ti insegneranno sicuramente qualcosa, e riempiranno il tuo bagaglio personale di ricordi unici, che rispolvererai negli anni successivi. Con grande piacere ed anche un pizzico di nostalgia.

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

»

  1. Pingback: When I’m gone | Viaggiando s'impara

  2. Ma che bell’articolo! Io partirò a fine settembre per Potsdam/Berlino e leggendo queste 10 buone ragioni già mi vedevo là, persa in suolo germanico e circondata da gente da ogni dove ;D

    Mi piace

  3. Concordo con ogni singolo punto… una delle esperienze più belle della mia vita! E a distanza di un paio di anni sono andato in contatto (e ci siamo visti ultimamente!) con alcuni cari amici conosciuti in quel periodo… bellissimo. 🙂

    Mi piace

    • Ciao Diletta e grazie per il tuo pensiero! L’Erasmus è una di quelle esperienze che ti restano per sempre dentro, nella mente e soprattutto nel cuore… e gli amici che si incontrano in quel periodo sono persone speciali con le quali leghi in un modo tutto particolare, e quando le rivedi è un’altra emozione incredibile! 🙂
      Dove sei stata in Erasmus?

      Mi piace

  4. Ciao! Che bel articolo! Io ho appena scoperto di aver vinto questa borsa di studio e ho 7 giorni per accettare. Ed ecco che mi trovo indecisa ed a leggere le opinioni degli altri. Leggendo il tuo articolo mi sono decisa un po di più. Ho viaggiato abbastanza nella mia vita ma mai per un periodo così lungo. La mia destinazione è Düsseldorf per 6 mesi.

    Mi piace

    • Ciao! 🙂 Sono felice di averti aiutata un pochino a scegliere. Io credo che tu ora abbia una grande opportunità: non fartela scappare! 6 mesi sembrano tanti, ma poi l’Erasmus o un progetto all’estero ti assorbe e il tempo vola. Poi un periodo continuativo è fondamentale per immergersi bene in una nuova cultura ed imparare bene la lingua. Approfittane e non te ne pentirai! 😉

      Liked by 1 persona

  5. Pingback: #ABitOfMeIsThere: i luoghi dove ho lasciato un pezzetto di cuore | Viaggiando s'impara

  6. Pingback: Palermo, la donna bella che non sa abbigliarsi | Viaggiando s'impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...