L’emozione di un viaggio in InterRail

Standard

Quando ho comprato il mio biglietto per l’InterRail ero emozionata. Quando ho caricato sulle spalle lo zainone per prendere il primo treno del mio viaggio sui binari ero ancor più emozionata, tanto da sentire appena quei 13 chili sulle mie spalle (eh sì, sono pur sempre una donna e mi porto dietro taaante cose che potrebbero sempre essere utili! 😛 ). Viaggiando in InterRailMi sono emozionata anche quando il primo controllore che ha convalidato il mio biglietto tra Lubiana e Vienna mi ha scambiato uno sguardo d’intesa e poi ha sorriso, mentre con la timbratrice stampigliava la data accanto a quella segnata a penna da me. In una parola, il mio InterRail è stato emozionante. Ho lasciato a casa i miei tanti pensieri e le varie preoccupazioni, ed ho viaggiato col cuore leggero, aprendo ogni poro della mia pelle alla nuova avventura. Non è di certo un viaggio rilassante, un InterRail: controllo e ricontrollo degli orari dei treni e delle coincidenze, prenotazioni delle cuccette, gestione degli imprevisti e tanta pazienza con addetti poco educati… il tutto con uno zaino non proprio light abbarbicato sulla schiena. Però è un’esperienza unica, che rende un viaggio in treno così speciale proprio perché non può essere pianificato nel dettaglio.

Ho voluto stampare e portare con me qualche consiglio per le città che avrei incontrato lungo il tragitto, senza però organizzare ogni visita e scandire ogni minuto delle mie giornate: così ho potuto anche bighellonare per le città, partecipare ai Free Walking Tours, chiedere informazioni alla gente del posto. Ho assaporato a fondo ogni meta, ascoltandone avida la storia purtroppo così poco conosciuta, esplorandone viali e vicoli e guardando in faccia chi incrociavo lungo la strada. Ho cercato di sfruttare al massimo le mie giornate, camminando in lungo e in largo per le città e approfittando di tutte le occasioni che mi si presentavano, come una tappa fuori programma tra Vienna e Budapest, il noleggio delle bici a Belgrado, un tour in bicicletta a Sofia, una gita in battello ad Istanbul.

Le mie tappe, Lubiana, Vienna, Bratislava, Budapest, Belgrado, Sofia ed Istanbul, sono state un susseguirsi di culture, stili, storie, profumi, piatti tipici… e valute. Dopo la zona Euro (Slovenia, Austria e Slovacchia), infatti, ho dovuto convertire ad ogni meta gli Euro nella moneta locale. Ma con qualche accorgimento ed una calcolatrice sempre a portata di mano non ho mai avuto problemi. Nei prossimi post racconterò il mio viaggio tappa per tappa, con qualche consiglio pratico per visitare queste città sfruttando il tempo sempre tiranno ed alcune dritte per viaggiare low cost. In realtà, in quasi tutta l’Europa dell’Est il costo della vita è inferiore rispetto a quello italiano, per cui tante città sono state l’ideale per il mio portafoglio.

Questo InterRail è stata l’occasione anche per sperimentare l’avventura del Couchsurfing, che vi racconterò prossimamente: a Budapest sono stata infatti ospitata da una ragazza bielorussa che mi ha fatto scoprire le acque termali della città di Buda e di Pest, oltre ai piatti tipici della sua cucina bielorussa. Il mio InterRail è stato anche il motore di nuovi incontri: on the road ma anche off, sul treno e negli ostelli, in stazione e nei Free Walking Tour, con il Couchsurfing ed Airbnb.

Viaggiando in InterRail.

Al mio rientro alcune persone mi hanno posto una domanda curiosa, ossia se fossi pronta a rifare un InterRail: la risposta è stata sicura, decisa. Sorridendo, ho risposto di sì: perché questo primo InterRail è stata un’esperienza meravigliosa e speciale, che mi ha permesso di conoscere alcuni posti in cui difficilmente sarei andata di proposito e che mi ha aperto gli occhi verso un mondo nuovo. Viaggiando lentamente si riscoprono paesaggi e luoghi in parte dimenticati, che vale la pena scoprire e riscoprire e che spesso meritano davvero una visita. E chissà quanti altri posti attendono di essere scoperti, fuori da quella porta!

Annunci

»

  1. Bello il viaggio, l’idea di fare un Interrail mi è sempre piaciuta però non ho mai trovato il tempo! Spero di vedere ancora più foto del tuo viaggio!
    Però adesso dovresti provare un viaggio in bici. :p
    Un viaggio ancora più lento, con molto più tempo per vedere i vari paesaggi e paesini piccoli che affiancano le strade, tante occasioni per contatti con le persone del posto e soprattutto nessun inquinamento a causa di aerei o macchine che in realtà pian piano distrugge e affoga tante delle meraviglie della natura che sono un importante motivo di tanti viaggi!
    Perché non mi accompagni per qualche tappa in estate? 😉

    Mi piace

  2. grazie per questo post: ho scoperto sul tuo blog che l’interrail si può fare a tutte le età e mi piacerebbe molto farlo per gironzolare la Francia (ma mi piacerebbe fare milioni di viaggi, sono ingorda di posti nuovi!).
    attendo foto e resoconti dei vari paesi visitati 🙂

    Mi piace

  3. Pingback: Lubiana, la prima tappa del mio InterRail | Viaggiando s'impara

  4. Ciao Chiara, bellissime parole 🙂 Non ho ancora comprato il pass è già sono emozionata! Se tutto va bene dovrei partire questa estate…! Ti seguo!

    Mi piace

  5. Il mio primo viaggio in solitaria fu un interrail nei paesi scandinavi e San Pietroburgo, ma ti parlo oramai di più di 20 anni fa….(dio santo!) Ma il fascino di un interrail sopravvive al passare del tempo e la tua destinazione ad est è affascinante. Buon viaggio 🙂

    Mi piace

  6. Pingback: #‎Traveldreams2016‬, i sogni di viaggio non finiscono mai | Viaggiando s'impara

  7. Pingback: L’estate profuma di libertà | Viaggiando s'impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...