Un viaggio più grande di me: la Route 66

Standard

Sta arrivando il momento della partenza, e questa volta è diversa da tutte le altre. Parto per una destinazione che sono tante destinazioni, parto per il mio secondo viaggio oltreoceano, parto per una sfida con me stessa. Martedì 18 agosto volo in America: percorrerò tutta la Route 66.

Non ci crederete, ma non l’ho ancora realizzato a fondo. Credo che me ne renderò conto solo sull’aereo che mi porterà a Chicago… perché questo è un viaggio più grande di me. 
Non è un viaggio che ho scelto, come lo aspettava da una vita la mia amica Marika che ha percorso la Route 66 proprio in questi giorni… anche se è sempre uno dei miei sogni nel cassetto, ben fissato sulla mia Travel Wishlist. Mi è stato proposto qualche mese fa tutto di colpo. Mi ero da poco laureata, così la scusa è stata un regalo speciale ed inaspettato per il traguardo raggiunto… e, complice l’euforia della libertà post-universitaria, ho detto di sì, anche se ci ho pensato a lungo, prima e dopo.

Il nostro percorso coast to coast sulla Route 66

Il nostro percorso coast to coast sulla Route 66

A fare questo viaggio saremo in due: io e mio padre. Per questo ho parlato anche di una sfida con me stessa: siamo due “teste calde”, e convivere giorno e notte per due settimane non sarà facile. Ma credo anche che questa esperienza ci regalerà tanto, e magari andrà a finire che ci legherà di più. Lui parla di un “on the road” sulla Route 66 già da parecchio tempo, come fa anche con altre mete, e forse per questo motivo non l’ho mai preso molto sul serio, fino al giorno in cui con il programma di viaggio in una mano mi ha chiesto di accompagnarlo. Il resto della storia lo sapete.

Questi giorni pre-partenza sono un continuo flusso di pensieri, emozioni che mi stringono lo stomaco, un pizzico di paura perché parto all’avventura. Un’avventura diversa dal solito, perché le tappe e le soste sono tutte programmate e quasi nulla è lasciato al caso, come invece dovrebbe essere per ogni viaggio on the road. Forse è anche questo a farmi così paura: questo viaggio non l’ho deciso a priori, né l’ho scelto tappa per tappa: l’ho preso così, a scatola chiusa, come un pacchetto regalo che mi preparo a scartare durante 2 intense settimane. 14 giorni in cui vincerò anche questo timore di non avere ogni dettaglio sotto controllo: prendo questo viaggio così come viene, voglio viverlo a fondo con tutti i suoi aspetti, comunque essi siano.

Buon viaggio a me, dunque, e a noi!
Seguitemi con l’hashtag #viaggiandosullaRoute66, viaggiate con me ed accompagnatemi in quest’avventura!

E per quanto sia difficile spiegare
non è importante dove
conta solamente andare
comunque vada
per quanta strada ancora c’è da fare
amerai il finale
(Cesare Cremonini, Buon viaggio)

Route-66

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

»

  1. L’idea di un viaggio cosi bello con papà mi ha fatto emozionare più del viaggio in se. Sono sicura che ti riporterai a casa alcuni dei ricordi più Belli della tua vita. E salutami Chicago: io ci ho perso la testa e non vedo l’ora di tornarci.
    Buon viaggio!

    Mi piace

    • Ciao Francesca! Ehhh sì, sarà sicuramente un viaggio emozionante e sarà strano ma bello condividerlo con mio padre. E come da ogni viaggio on the road, al ritorno avrò una valigia piena di ricordi speciali!
      Ti porterò i saluti da Chicago 😉
      un abbraccio!

      Mi piace

  2. Ciao Kia 🙂 ti auguro di portare a casa tanto di questa esperienza.. sento spesso tante persone che dicono “mi piace viaggiare e vorrei poterlo fare sempre e per sempre” (compresa me), ma questo viaggio per te vale molto di più di una “visita” in luoghi ai tuoi occhi ancora sconosciuti.. spero ti possa regalare tante emozioni e soprattutto sono davvero contenta (e invidiosa 😉 ) che tu e tuo padre possiate vivere un esperienza così intensa!!

    Ti auguro un viaggio pieno di emozioni e di divertimento, di scoperte e sogni 🙂

    Mi piace

    • Ciao Niky! Grazie per il tuo pensiero e per il tuo augurio, spero davvero anch’io che questo viaggio sia un viaggio speciale non solo per la meta, ma anche per la compagnia 🙂
      Tu accompagnami on the Mother Road con il tag #viaggiandosullaRoute66, e non invidiarmi, ma prendi ispirazione per il tuo prossimo viaggio!
      Un bacione :*

      Mi piace

  3. Pingback: #‎Traveldreams2016‬, i sogni di viaggio non finiscono mai | Viaggiando s'impara

  4. Pingback: In viaggio contromano | Viaggiando s'impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...