In viaggio verso una nuova esperienza

Standard

Quando ho espresso i miei #TravelDreams all’inizio di quest’anno avevo messo quest’esperienza nella lista dei sogni di viaggio del 2016, anche se sapevo che sarebbe stato difficile da realizzare. Però non mi sono arresa, anzi ho cercato in tutti i modi di organizzare un viaggio non solo per me e qualche amico, ma per un pullman intero (ebbene sì, ogni tanto mi improvviso travel organiser!). Poi tanti che a voce si erano dimostrati interessati si sono tirati indietro, ma io sono andata avanti per la mia strada. Ed eccomi qui, alla vigilia della partenza, a riflettere su questa nuova esperienza che mi aspetta.

Cracovia
Domani partirò per Cracovia, in Polonia, una città dalle dimensioni modeste che è pronta ad accogliere circa un milione e mezzo di giovani per la XXXI GMG, la Giornata Mondiale della Gioventù. Tantissimi ragazzi sono appena arrivati nelle diocesi di Cracovia e delle città vicine, e molti altri arriveranno in questi giorni. Ma cos’è veramente la GMG?

momento GMG

Sembra quasi di dover rompere un tabù parlando di un viaggio religioso, però voglio farlo per raccontare la bellezza di un evento che ha dell’incredibile. Migliaia di giovani radunati per conoscersi, camminare, cantare e -ognuno a modo suo- pregare in una città che improvvisamente viene invasa pacificamente da tanti sorrisi, lingue diverse e gioia infinita.
La Giornata Mondiale della Gioventù o World Youth Day (WYD) è un incontro internazionale di spiritualità e cultura dei giovani cattolici di tutto il mondo; venne istituita nel 1985 da Giovanni Paolo II, il quale però non si ritenne mai il fondatore delle GMG, e da allora ogni due o tre anni ha coinvolto milioni di giovani provenienti da ogni parte del pianeta, radunandoli in diverse città e stati.

logo GMGSolitamente si parte per una settimana o dieci giorni, un periodo durante il quale si viene accolti nelle diocesi locali in una specie di gemellaggio e scambio culturale, si frequentano attività organizzate (come la catechesi ma anche gli eventi organizzati dai vari giovani del posto, concerti, mostre) e si vive assieme ogni momento della giornata con grande spirito di adattamento ma anche molto divertimento.
Il fine settimana ci si sposta tutti in un grande spazio aperto, dove si veglia tutta la notte assieme al Papa per concludere alla domenica con la messa al mattino, e poi ognuno riprende la sua strada.

Avevo sedici anni quando ho preso parte alla mia prima (e finora unica) GMG: nel 2005 eravamo in tantissimi a Colonia, in Germania, e ricordo tutta la semplicità e la bellezza di quei dieci giorni di condivisione.

Non sarà un viaggio alla scoperta di una nuova città, anche se non sono mai stata a Cracovia e sono curiosa di vederla; questa è una vera e propria esperienza che dà una sferzata positiva allo spirito. Anche se non si è credenti. No, non sto scherzando: pensate semplicemente alla bellezza di vedere tanti giovani riuniti per stare assieme qualche giorno, ognuno col suo modo d’essere e di vivere la propria fede e religione, ma tutti con la voglia di vivere un’esperienza diversa.

giovani GMG

Parto per Cracovia con uno zaino pieno di domande, che non necessariamente dovranno tutte trovare risposta, e con la voglia di vedere un volto nuovo di questa Chiesa, fatto di un Papa finalmente alternativo, di persone laiche e religiose che credono in questo cambiamento e soprattutto di giovani che non si arrendono di fronte ad un mondo sempre più complesso ma ancora incredibilmente bello.

Le foto sono prese dall’account Flickr della GMG di Cracovia ed i loghi dal sito ufficiale.

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

Una risposta »

  1. Pingback: In cammino per conoscere e conoscersi | Viaggiando s'impara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...