Una gita alla LEGO House, per tornare bambini per un giorno

Standard

Aperta lo scorso 28 settembre, la LEGO House è la prima casa ufficiale dei mattoncini più famosi del mondo. Una struttura unica che può diventare una meta speciale per una gita all’insegna del divertimento.

Nata proprio nella città natale dei LEGO, a Billund, in Danimarca (dove si trova anche il più noto parco divertimenti Legoland), la struttura è di per sé una costruzione di LEGO. La sua architettura, costruita ad hoc, è composta da 21 blocchi rettangolari sovrapposti e sfalsati tra loro, coi tetti colorati, sui quali si poggia un gigantesco LEGO. Comprende sia aree a pagamento sia spazi aperti a tutti, come la LEGO Square, una grande piazza posta al centro, le terrazze all’aperto, il LEGO Store e tre ristoranti particolari: un cafè, un ristorante gourmet e lo speciale ristorante Mini Chef, in cui si ordina attraverso una combinazione di mattoncini e si viene serviti da robot.

Lego House

Appena superato il varco dell’area a pagamento, lo sguardo corre veloce verso l’alto, seguendo l’albero della creatività: un albero alto 15 metri, realizzato con 6.316.611 mattoncini standard in “appena” 24350 ore. In un attimo il bambino che è in noi si fa sentire e ci ritroviamo curiosi nella Galleria dei Capolavori, che mette in mostra alcune tra le più belle creazioni dei fan di LEGO provenienti da tutto il mondo. Tutto attorno, panche con contenitori per i mattoncini ai lati attendono, pazienti, piccoli e grandi costruttori.

Cascata Lego House

La cascata di LEGO nell’area rossa

Da qui si può accedere alle Experience Zones, quattro aree di gioco colorate in modo diverso a seconda dell’aspetto dell’apprendimento dei bambini: il rosso per la creatività, il blu per l’aspetto cognitivo, il verde per la narrazione e il giallo per la sfera emotiva. La LEGO House infatti nasce come un invito a stimolare l’apprendimento e a liberare la propria creatività. Ogni sezione offre diverse attività individuali e attrazioni che coinvolgono in maniera attiva i visitatori, come la costruzione della propria vettura Lego e la gara su apposite piste, la realizzazione di aree per le città del futuro, la gara per salvare i mammut dal ghiaccio del Nord, la possibilità di creare il proprio alter-ego di LEGO, di girare il proprio film LEGO personale e di creare il proprio pesce LEGO ed inserirlo in un acquario virtuale.

Sorprendenti certi allestimenti, come la cascata gigante, che si tuffa in una vasca strabordante di mattoncini, o le immense costruzioni che rappresentano parti del mondo. In ogni sezione un totem interattivo permette di scattare fotografie a se stessi, al proprio “alter-LEGO” oppure alle creazioni personali. Tutti gli scatti lungo il percorso possono poi essere scaricati sul proprio dispositivo personale dalla app dedicata, molto semplice ma utile per portare con sé i momenti più divertenti della giornata.

Il percorso prosegue al piano interrato con la History Collection, uno spazio dedicato al racconto e alla storia dell’azienda: era il 1958 quando un falegname di nome Ole Kirk Kristiansen ebbe l’idea di produrre – e poi brevettare – i mitici mattoncini. Foto storiche si mescolano a scatole e pezzi d’epoca, in un mix di curiosità e nostalgia. Oggi, l’azienda danese produce ogni anno circa 60 miliardi di mattoncini LEGO.

L’ultima parte del percorso ci sorprende ancora: scopriamo che esistono tantissime combinazioni possibili dall’unione di 6 mattoncini. Inserendo il codice personale del biglietto in uno dei totem LEGO otteniamo così la nostra combinazione speciale, che potremo riprodurre con i 6 piccoli mattoncini in omaggio ritirati all’uscita del viaggio tra i LEGO.

Alter ego Lego House

Billund è ben collegata con l’Italia (due ore di volo da Milano-Bergamo) ed anche con Copenaghen, che si raggiunge in meno di un’ora di volo: il nostro viaggio è proseguito infatti nella bella capitale danese, ma ve lo racconterò in uno dei prossimi post.

Volete vivere un’esperienza particolare e dormire all’interno della LEGO House? Avete tempo fino al 16 novembre per tentare la sorte e partecipare al concorso di Airbnb e LEGO House! Il vincitore infatti avrà la possibilità di dormire per una notte nella casa dei mattoncini con tutta la famiglia. In bocca al lupo 🙂

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...