Tutta la Hygge di Copenaghen

Standard

Copenaghen è una città particolare: sembra sempre sulla sua, ma sa affascinare. Un po’ immusonita, a volte, ma con un gran cuore e braccia che sanno accogliere, scaldare e coccolare… specialmente nella stagione più fredda, quando fuori la luce dura sempre meno e l’inverno bussa alle porte.

Hygge a CopenaghenÈ in quest’atmosfera che esplode la voglia di hygge. Questa parola di origini norvegesi significava più o meno “stare bene”, ed apparve nella lingua scritta danese intorno alla fine del XVIII secolo: da allora fa parte della cultura danese, e si può applicare a qualsiasi cosa e a qualsiasi luogo. La parola non ha una traduzione letterale: descrive una sensazione di calore e benessere, tipica dei momenti intimi con amici e con la famiglia, quando ci si sente felici e rilassati e si gustano i piccoli piaceri della vita. In Danimarca la hygge descrive anche uno stile di vita ideale per affrontare la malinconia invernale, dovuta alle temperature glaciali e alle prolungate ore di buio. Ecco che le candele accese, le coperte di lana e grandi tazze fumanti di the, caffè o cioccolata sono perfetti per scacciare il lato negativo dell’inverno.

Anche a Copenaghen si possono vivere momenti di hygge, come sorseggiare bevande calde e mangiare una fetta di torta in luoghi confortevoli e in buona compagnia, oppure trovarsi con amici e parenti per chiacchierare e godersi il tempo assieme. Anche una passeggiata lungo i canali di Nyhavn, con le sue casette colorate, un giro ai Giardini di Tivoli illuminati per le feste o un giro in bicicletta per le strade di Copenaghen, magari in una delle biciclette danesi (le Christiania o cargo bike), possono essere un’esperienza “hyggelig”. Jægersborggade, nel quartiere di Nørrebro, ha tante occasioni per creare un momento di hygge, bevendo un caffè al Coffee Collective con il proprio micro-laboratorio di torrefazione, oppure girovagando nei negozietti di cioccolato, caramellifici e wine bar.
Un’altra cosa hyggelig è un giro tra i vecchi canali di Copenaghen, magari con un tour in battello: da Gammel Strand ne partono diversi ogni giorno, con l’audioguida in più lingue, per scoprire la città marittima da un altro punto di vista.

i canali di Copenaghen

La colazione hygge per eccellenza è quella in pasticceria, ad esempio da Lagkagehuset, a base di caffè e girella alla cannella. Per un pasto super hygge, il Paludan Bogcafé è perfetto: punto di incontro di tanti studenti, questo locale ha un’atmosfera molto accogliente, come in una biblioteca, con vecchi scaffali alle pareti. I piatti sono abbondanti e molto gustosi, la luce è soffusa e gli angoli dove sedersi in compagnia sono tanti e arredati in modi diversi.
Ma a Copenaghen si può trovare la hygge anche al mercato di Torvehallerne o al fantastico Copenhagen Street Food, l’importante è mangiare bene e in ottima compagnia.

Ormai l’abbiamo capito: l’elemento essenziale della hygge è quello di rendere l’atmosfera migliore, per passare dal freddo al sentirsi caldi, dentro. Ma la hygge non è limitata alla stagione invernale: in estate descrive benissimo i pic-nic nei parchi, i barbecue con gli amici, i festival di strada, i concerti all’aperto e le pedalate in bicicletta.

E voi, avete mai provato un momento di pura hygge a casa o in viaggio? Raccontatemelo nei commenti 🙂

Annunci

Informazioni su Kia (Chiara Ruggeri)

Gitana che sogna di fare della sua passione, il viaggio, una professione (la reporter o blogger di viaggio), sono una ragazza curiosa che ha girato e vissuto una parte del pianeta Terra, ma a cui manca ancora molto da vedere. Credo che la diversità che mi circonda sia una meravigliosa ricchezza, e che l’incontro con persone e culture altre da me possano farmi crescere ed aprirmi nuovi orizzonti. Oltre al viaggio, amo scrivere, adoro la musica, la fotografia ed il buon cibo. In particolare, mi affascina il turismo sostenibile e responsabile, perché lo considero un ottimo modo di viaggiare facendo del bene: a noi, al luogo che visitiamo ed alla gente che vi abita. Sono fermamente convinta che fare turismo responsabilmente significhi comportarsi da viaggiatore e non da semplice turista. Dal 2012 racconto di Paesi, di turismo e di viaggi nel mio blog "Viaggiando s'impara". Dai un'occhiata al mio blog e sentiti libero/a di lasciarmi un commento oppure di scrivermi una mail! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...