Archivi tag: FAI

Un’estate diversa: 5 idee per vacanze alternative

Standard

L’estate è alle porte e la voglia di partire è sempre più forte: se ancora non sapete dove andare nei prossimi mesi, ecco 3 idee per trascorrere vacanze alternative, sostenibili e responsabili, per ricordi che non sbiadiranno con il passare del tempo! 😉

Per trascorrere una vacanza diversa tutelando l’ambiente il Fondo Ambiente Italiano propone i FAI Summer Camp, una settimana dedicata ai ragazzi dai 20 ai 26 anni da trascorrere nei luoghi più belli d’Italia. In pochi giorni si  può così entrare a far parte della grande missione della tutela culturale, aiutando il FAI a prendersi cura dell’immenso patrimonio italiano di arte e natura ed imparando al tempo stesso trucchi e segreti direttamente dai professionisti della cultura. Per l’estate 2017 sono in programma diversi camp da nord a sud del nostro Bel Paese, e più precisamente a Cuneo nel Castello della Manta, nel Castello e Parco di Masino a Caravino in provincia di Torino, a Villa della Porta Bozzolo a Casalzuigno (Varese), a Perugia nel Bosco di San Francesco, a Tivoli (Roma) nel Parco Villa Gregoriana, e nella Valle dei Templi ad Agrigento nel Giardino della Kolymbethra.

Campi estivi FAI - Fondo Ambiente Italiano

Credits FAI – Fondo Ambiente Italiano

Anche Legambiente propone campi estivi di volontariato a tutela della flora e fauna sia italiana che estera. Dall’Arcipelago toscano a Lampedusa, dalle Cinque Terre al Cilento, ognuno può contribuire ai diversi progetti di salvaguardia del territorio.

Libera, invece, ripropone anche per l’estate 2017 “E!State Liberi”, numerosi campi di impegno e formazione sui terreni e nei beni confiscati alle mafie ed ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni. L’esperienza di questi campi prevede tre momenti diversi: le attività agricole o di risistemazione del bene, la formazione e l’incontro con il territorio per uno scambio interculturale. L’obiettivo principale dei campi è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sulla giustizia sociale attraverso l’approfondimento e lo studio del fenomeno mafioso, che avviene direttamente tramite il confronto con i familiari delle vittime di mafia, le istituzioni e gli operatori delle cooperative sociali e delle associazioni che gestiscono i beni confiscati.

A chi ama visitare più Paesi e città durante le vacanze io consiglio di provare l’InterRail: un biglietto ferroviario che vale per uno o più stati e permette di viaggiare in assoluta libertà! Ci sono tanti motivi per fare un InterRail: è anche per questo che nel 2015 ho deciso di partire e visitare in treno l’Europa dell’Est, fino ad arrivare ad Istanbul (se siete curiosi qui trovate tutte le mie tappe). Il treno dà una sensazione di libertà impagabile, ed ha un ritmo perfetto per viaggiare ad una buona velocità senza però perdersi nulla lungo il cammino.

Viaggiando in InterRail.

Un’altra idea per un viaggio itinerante è l’autobus. Flixbus ha proposto da pochi mesi il biglietto Interflix, per visitare fino a 5 città durante un unico grande viaggio. Il prezzo è davvero contenuto (99 €) e permette di scegliere 5 destinazioni tra più di 900 mete in 20 Paesi europei, da visitare entro 3 mesi. Un viaggio con più tappe ma a impatto ambientale ridotto! 🙂

E voi che vacanze trascorrerete quest’estate? Se siete ancora indecisi ora avete qualche idea in più. Oppure avete già pianificato nuove avventure? Raccontatemelo nei commenti! 😉

Annunci

#IOTIFOPER l’Italia. L’iniziativa del FAI che fa vincere un weekend nel Bel Paese

Standard

#IOTIFOPER: è questo l’hashtag che il FAI lancia per far conoscere le meraviglie del nostro Paese attraverso l’obiettivo delle nostre fotocamere e dei nostri smartphone. Dopo l’iniziativa de “I Luoghi del Cuore”, che il Fondo per l’Ambiente Italiano prosegue ogni anno salvando tanti posti dall’abbandono e dal degrado, #IOTIFOPER vuole portare lo stato del patrimonio culturale e paesaggistico italiano all’attenzione di tutti gli italiani, specialmente di chi dovrebbe occuparsi di queste risorse uniche ed irriproducibili.

Volete prendere parte all’iniziativa? Ecco il procedimento per partecipare entro il 28 novembre:

1. Scattate una foto del vostro Luogo del Cuore, possibilmente creativa

2. Scaricate l’applicazione “I luoghi del Cuore” (tranquilli, è gratuita! 😉 )

3. Accedete alla sezione della app #IOTIFOPER

4. Caricate la vostra foto

5. Condividete la foto sui vari social network ed invitate i vostri amici a votare.

Se la vostra immagine sarà tra le 100 fotografie più votate, finirà sotto gli attenti occhi di una giuria che deciderà i 10 vincitori. Per i finalisti Boscolo mette in palio ricchi premi: il primo classificato riceverà un pacchetto viaggio valido per un weekend in Italia tra benessere in splendide SPA, mentre il secondo ed il terzo avranno in regalo un pacchetto weekend all’insegna dell’arte e della storia con ingressi nei migliori musei. Dal quarto al decimo classificato il pacchetto viaggio per il weekend prevede gite alla scoperta di città e piccoli borghi.

Sul sito sono già tantissime le immagini di posti meravigliosi, di cui tanti ancora sconosciuti… siete curiosi di vedere il mio Luogo del Cuore? Cliccate qui e se vi piace la mia foto fatemelo sapere con il vostro voto! 🙂

Se invece volete votare i vostri Luoghi del Cuore per salvare o per far conoscere un pezzettino d’Italia, avete tempo fino al 30 novembre 2014 per partecipare al 7° censimento: cliccate qui e votate il vostro Luogo del Cuore. Se invece volete saperne di più, ecco qualche informazione relativa alla scorsa edizione.

#iotifoper

Appuntamento con la cultura nel primo weekend di primavera

Standard

Giornate-Fai-di-primavera-2014Il prossimo fine settimana, sabato 22 e domenica 23 marzo 2014, tornano le Giornate FAI di Primavera: la bella iniziativa del Fondo per l’Ambiente Italiano giunge quest’anno alla sua 22ma edizione e per l’occasione apre al pubblico 750 luoghi in tutta Italia. Parchi, monumenti, chiese, palazzi, ville, giardini, molti dei quali generalmente chiusi al pubblico, saranno visitabili con un contributo libero nel primo weekend di primavera. Per sapere quali luoghi saranno aperti per la manifestazione basta cliccare qui oppure scaricare l’app gratuita del FAI.

Per coloro che sono iscritti al FAI ci sono poi ulteriori vantaggi: visite esclusive e la possibilità di non fare la fila, oltre al grande onore di aiutare il Fondo per l’Ambiente Italiano a salvaguardare un patrimonio unico al mondo.

Da segnare in agenda: il 22 e 23 marzo l’appuntamento è con la cultura, l’arte, la natura e con tutti i tesori nascosti del nostro splendido Paese.

I nostri luoghi del cuore: la sfida del FAI

Standard

iluoghidelcuoreIl FAI fa grandi cose. O almeno ci prova, e lo fa coinvolgendo ognuno di noi nella sua impresa. È infatti grazie alle numerose segnalazioni dei cittadini che, anno dopo anno, si concludono con successo le varie edizioni de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo che rileva diversi luoghi bisognosi di tutela e che si impegna ad intervenire attraverso la fondazione del Fondo per l’Ambiente Italiano. L’obiettivo è quello di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del patrimonio artistico, monumentale e naturalistico italiano, coinvolgendo concretamente la popolazione. Attraverso il Censimento il FAI sollecita le Istituzioni locali e nazionali competenti, mettendole di fronte al vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del Paese, affinché mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle e così rendere possibile il recupero di uno o più beni votati.

Giunto alla sesta edizione, il progetto ha visto crescere negli anni il numero dei suoi sostenitori, tanto che questa volta l’appello si è rivolto a cittadini di ogni nazionalità: a dire la propria non sono stati solo gli italiani, ma chiunque ami l’Italia ed il suo immenso patrimonio di meraviglie. Dal 23 maggio al 31 ottobre 2012 ognuno ha segnalato il proprio “luogo italiano del cuore”, un luogo speciale che si desidera tutelare e conservare per le generazioni future: molteplici sono i siti salvati dal FAI ed altrettanti gli interventi in corso.

Chi è proprietario, concessionario o affidatario di un luogo che ha ricevuto più di 1.000 segnalazioni alla VI edizione del Censimento “I Luoghi del Cuore” ha ora la possibilità, fino al 10 ottobre 2013, di sottoporre alla Fondazione una specifica richiesta di intervento a favore del sito. Il FAI esaminerà successivamente le richieste ricevute, assieme ad Intesa Sanpaolo ed il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, decretando chi potrà beneficiare di un intervento diretto da parte della fondazione. Ancora una volta, la speranza è quella di creare maggiori sinergie tra istituzioni e cittadinanza, offrendo una possibilità di recupero ai tanti tesori del nostro immenso Patrimonio.

luoghi del cuore