Archivi tag: Marocco

#TravelDreams2018, per sognare in grande

Standard

L’annuale appuntamento con i #TravelDreams mi dà sempre emozioni e sensazioni contrastanti: da un lato mi confronto con i viaggi fatti e non fatti nell’anno appena trascorso, sentendomi sempre troppo lenta rispetto a questo mondo che corre veloce, ma dall’altro è un’ottima occasione per fare il bilancio delle cose belle fatte e viste in un anno, che non si notano mai se non ci si ferma un momento a riflettere. Ecco quindi il meglio del mio 2017 e tutti i sogni di viaggio del 2018 🙂

Nel 2017 ho finalmente visitato Londra, che era da tempo nella mia lista delle città da visitare, nonché nei miei #TravelDreams2017.

Ho camminato per quasi 100 chilometri nella Puglia delle gravine, dei trulli e della Valle d’Itria, grazie ad una meravigliosa iniziativa di Legambiente Putignano.

SpaccaMurgia, Puglia - Mar Adriatico

Ho riscoperto Tremosine, un bellissimo borgo a pochi chilometri da dove abito, affacciato sul Lago di Garda ma da un’altezza di 423 metri.

Sono stata in Emilia Romagna, alla scoperta di territori che conoscevo ma non troppo. Ho assaporato la vera piadina, ammirato il borgo medievale di San Leo, seguito le orme di Giovanni Pascoli… e conosciuto persone davvero simpatiche e genuine.

Ho attraversato la Val d’Orcia e la Val di Chiana in Lambretta: un’esperienza dal sapore vintage che mi ha dato un senso di libertà unico. Da rifare!

Sono tornata a Copenaghen, città che ho ormai nel cuore perché ci vive una delle mie più care amiche, facendo prima tappa a Billund, dove ho visitato la Lego House a pochi giorni dalla sua inaugurazione.

Nel ponte dell’Immacolata sono scappata con amici oltre confine, in Slovenia, per un weekend lungo tra terme rilassanti, mercatini di Natale e natura gelata.

Quest’anno sono tornata ben due volte ad Erlangen, la cittadina dove ho fatto l’Erasmus a cavallo tra 2011 e 2012: la prima a giugno in occasione del Berg, la festa della città (una sorta di Oktoberfest ma molto più “locale”) e la seconda a dicembre, per festeggiare i 30 anni di una cara amica che per me è come una sorella acquisita.

E poi… un’esperienza che è fatta di tantissimi viaggi: sono riuscita a portare la mostra “Il Giro del Mondo in 80 blogger” a Rovereto, grazie alla collaborazione con Visit Rovereto e con i musei della città (ne è nato anche un bellissimo Instameet!). Una piccola grande soddisfazione vedere tutte quelle persone all’evento di inaugurazione ed alla serata all’interno della settimana trentina di IT.A.CÀ, durante la quale ho intervistato Eliana Lazzareschi Belloni sul suo libro “La sostenibile leggerezza del viaggio“.

Lambretta in Val d'Orcia

Cosa mi aspetto dal 2018? Innanzitutto, un memorabile viaggio in Cile. Quest’estate ho ospitato Silvana, una ragazza cilena che è rimasta in Trentino per quasi un mese, grazie al meraviglioso progetto degli interscambi giovanili della Provincia autonoma di Trento. Durante il 2018 sarò io ad essere sua ospite, e stiamo già iniziando assieme a pianificare un viaggio speciale.

Al 2018 affido anche il Marocco: chissà se riuscirò a visitarlo come desidero io (ovvero rigorosamente on the road)! Da troppo tempo se ne sta tra i miei #TravelDreams, devo darmi da fare per farlo diventare realtà.

In tanti mi state facendo sognare l’AsiaBirmania, Nepal, Indonesia… per non sbagliare, nei #TravelDreams2018 li metto tutti: chissà che non porti fortuna!

Da qualche tempo coltivo anche il desiderio di visitare Gerusalemme ed i suoi patrimoni dell’umanità. Ovviamente andrò a caccia di consigli da chi c’è già stato: se avete suggerimenti da darmi, li aspetto nei commenti! 😉

Insomma, anche questo nuovo anno ha aspettative molto alte. Io auguro sia a me che ad ognuno di voi di trascorrere ognuno di questi 365 giorni facendo ciò che amate e che vi rende sereni, con viaggi speciali che rimangono nel cuore. Buon anno e buon viaggio! 🙂

 

 

Annunci

Il meglio del mio 2016 ed i #TravelDreams2017

Standard
Eccoci arrivati alla fine di un altro anno, ad un altro giro di boa, a nuovi cambiamenti e buoni propositi. Il tempo passa troppo velocemente, e questa cosa mi dà sempre molti pensieri: anche quest’anno che sta finendo avrei potuto fare di più, non sono riuscita a fare tutto ciò che avrei voluto, chissà se avessi fatto anche questo e quell’altro. Ma il 2016 sta finendo e il nuovo anno è quasi pronto, e con lui tutti i nostri pensieri, paure e desideri: sì, perché alla fine il 31 dicembre è un giorno come un altro, ma quando i minuti scorrono inesorabilmente veloci verso la mezzanotte è inevitabile pensare a tutto ciò che ci è successo in questi 365 giorni, magari con un pizzico di rimpianto o nostalgia, ma al tempo stesso carichi di speranze per il nuovo anno che sta per iniziare.TravelDreams 2017

E così mi ritrovo a fare il punto anch’io, naturalmente il punto sui miei viaggi di quest’anno, su quanti #TravelDreams2016 ho esaudito e su quelli che rimando o mi propongo per il 2017. Mi sembra di aver viaggiato meno di quanto ho potuto fare nel 2015, ma non posso e voglio di certo lamentarmi: il 2016 mi ha portata un’altra volta dalla mia super amica a Copenaghen con una tappa anche in Svezia, mi ha fatto trascorrere un bel weekend a Monaco da un’altra carissima amica, poi mi ha fatto scoprire Cracovia, che ho visitato in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, e infine mi ha regalato un Portogallo meravigliosamente caldo ed accogliente a fine ottobre.

Ma quest’anno che sta per finire mi ha fatto viaggiare anche in Italia: a Pasqua ho scoperto alcuni tesori del Friuli Venezia Giulia, a settembre ho trascorso un bel weekend ecosostenibile in Toscana, tra Volterra e San Gimignano, sono stata in Emilia Romagna per curiosare tra le bancarelle di “Piante e Animali Perduti” a Guastalla e ad ottobre ho camminato da Perugia ad Assisi per la Marcia della Pace.
Il viaggio più incredibile del mio 2016, però, è certamente stato quello fatto a bordo di un ape-calessino da Milano a Catania in 9 giorni: un’avventura unica che è capitata quasi per caso ma che mi ha regalato uno dei viaggi più belli della mia vita.
Ape-calessino al tramonto

Per il 2017 ho già un sogno ed un biglietto nel cassetto: finalmente visiterò Londra e metterò piede anche nel Regno Unito (sì, adesso che ho una scratch map gigante ogni viaggio è una nuova sfida per “grattare” un altro stato!), sono già in trepidante attesa. Il Marocco rimane ancora sulla mia lista dei desideri, e con lui tante altre mete, come l’est dell’Europa, di cui mi manca ancora tanto da vedere, e come la Giordania, di cui ho visto foto a dir poco meravigliose. Sulla lista dei desideri del 2017 metto anche una meta più lontana, come il Brasile: chissà che non capiti l’occasione di andare a trovare vecchi amici 😉

Mi ripropongo sempre di volare basso, ma poi mi faccio trasportare e sogno letteralmente ad occhi aperti… ma non c’è nulla di male a sognare. Auguro a voi ed anche a me che sia un nuovo anno di viaggi lenti, ricchi di esperienze e di incontri che cambiano nel profondo. Buon anno! 🙂

#‎TravelDreams2016‬, i sogni di viaggio non finiscono mai

Standard

Il 2016 è appena cominciato, ed io ho già iniziato a sognare di nuovi viaggi intorno al mondo. Sono emozionata e carica allo stesso tempo, perché voglio mettermi nuovamente alla prova. Il 2015 è stato un anno sorprendente: non avrei mai pensato di realizzare tanti dei miei #TravelDreams2015!

interrailDa quella lista ho depennato l’InterRail nell’Europa dell’Est: un viaggio incredibile, che mi ha lasciato emozioni indelebili e che consiglio a chiunque. Io lo lascio scritto sulla mia Travel Wishlist, perché mi piacerebbe rifarlo, magari con altre tappe. 
Sono riuscita a tornare a Girona per Temps de Flors
: ne valeva davvero la pena! Un’esplosione di colori e fiori in ogni angolo della città che mi ha fatto scoprire una Girona diversa da quella vissuta durante il mio breve periodo da Ragazza alla Pari.
Uno dei TravelDreams2015 era andare a trovare una delle mie migliori amiche a Copenaghen: sono riuscita ad esaudirlo. Ci sono stata a fine giugno, proprio nel periodo con più luce di tutto l’anno: infatti tra le altre mille cose abbiamo partecipato anche alla Festa della Luce, con falò e birra in riva al mare. Scrivo della Danimarca e di Copenaghen con emozione, perché ho già prenotato un nuovo volo per la capitale danese, dove tornerò tra poco.
Il 2015 ha visto anche altri viaggi più o meno grandi, come il weekend nella bella Bergamo e quello ad Ancona, ma soprattutto è stato l’anno di un viaggio inaspettato ed incredibile: quello in America lungo la Route 66 assieme a mio padre.

Il bilancio nasce spontaneo: nel 2015 ho viaggiato molto, ma nel 2016 desidero viaggiare ancora di più, pur sapendo che dovrò conciliare mille altre cose. Metto via un anno di emozioni, di soddisfazioni e di viaggi incredibili, che porterò sempre nel cuore e nei ricordi, anche grazie a questo blog che mi permette di tenerne una traccia. Nel 2015 ho visitato 29 nuove città, ho messo piede in 3 continenti, ho conosciuto nuovi amici e fatto nuove esperienze come il Couchsurfing; è cresciuto il team di Igerstrentino, community Instagram che ho riattivato a fine 2014; mi sono laureata a Venezia ed ho trovato un lavoro nel campo della comunicazione online, pieno di sfide ma anche di grandi soddisfazioni.

Per quest’anno nuovo di zecca metto sulla lista dei #TravelDreams2016 il Portogallo, magari on the road.
Vorrei visitare Londra, che non ho mai visto se non in mille cartoline.
E Sarajevo, che dev’essere una città bellissima.
Tra i miei #TravelDreams2016 non può mancare il Marocco, di cui sogno luci, musiche e profumi speziati.
Ci metto anche la Giornata mondiale della Gioventù a Cracovia: chissà che spirito d’animo riuscirà a trasmettere Papa Francesco ai giovani in quell’occasione!
E poi, perché no, il Sud America: mi piacerebbe tanto andare a trovare i parenti in Argentina

Cosa augurare quindi a me ed a voi per questo 2016? Che sia un nuovo anno di viaggi, emozioni ed anche di grandi sogni, perché non bisogna mai smettere di sognare e, al risveglio, fare di tutto per realizzare i propri sogni. Buon 2016! 🙂

dream big